BANG! – COCKTAIL GIOVEDI’ 13 GENNAIO

Quando eravamo piccoli la nostra grande passione erano i fumetti.

Passavamo ore intere, sdraiati per terra, nella nostra camera,

a divorarne dozzine.

In quegli anni, sotto casa, c’era un ristorantino tenuto da due fratelli,

un pò burberi per chi veniva da fuori, ma molto cordiali ed affettuosi per noi,
che lì, ormai, eravamo di casa.
Facevano un risotto alla pescatora che è rimasto sempre impresso nei nostri
ricordi come il più buono del mondo.
Non lo abbiamo più assaggiato così.
Stasera, dopo lunghe riflessioni e tentennamenti, abbiamo deciso di provarci.
A voi il responso e la ricetta.RISOTTO ALLA PESCATORA
300 gr. di riso Carnaroli
700 gr. tra vongole, cozze, totanetti e gamberetti
1 cipolla, aglio, passato di pomodoro, prezzemolo
1 litro e mezzo di un eccellente brodo di pesce

Scaldate un pò di olio di oliva in una padella, tagliate finemente la cipolla e
uno spicchio di aglio e rosolateli dolcemente.
Mettete un ò di olio di oliva in una casseruola, a fuoco vivo, e tostate il riso.
Mi raccomando, giratelo spesso, in modo che non si attacchi troppo alle pareti
e fino a quando non ha preso un pò di colore. A questo punto, abbassate il fuoco,
unite la cipolla e mescolate.
Versate un bicchiere e mezzo di vino bianco e lasciate evaporare l’alcol.
Per controllare, basta sentire il profumo.
Versate il primo mestolo dell’eccelente brodo di pesce e lasciate assorbire il riso,
mescolandolo ogni tanto, staccandolo dalle pareti e riaggiungendo il brodo,
lentamente e con cura, ogni volta che viene assorbito.
Naturalmente tuti i pesci e i molluschi saranno stati diligentemente puliti e
tagliati in precedenza.
A circa 8 minuti dal versamento del primo mestolo di brodo, bisogna procedere
alla cottura dei pesci. Ogni pesce ha un suo tempo di cottura e va quindi inserito
al momento giusto, senza naturalmente dimenticarsi il brodo!
Quindi: prima le vongole, poi le cozze, i gamberetti e infine i totanetti tagliati.
Quasi a fine cottura và aggiunto un pò di passata di pomodoro per dare colore
al risotto.
Spegnete la fiamma, chiudete la casseruola con il coperchio, e lascate riposare
il risotto per uno o due minuti. Tritate finemente il prezzemolo, spargetelo
sul risotto, mescolate e servite.
Nel caso si fosse asciugato troppo, aggiungete un mestolo di brodo.Un consiglio: Pulite la maggior parte dei gamberetti eliminando la testa e pulendo
le code dall’intestino. Lasciatene alcuni interi solo per guarnire.
Le teste dei gameretti vanno messe insieme agli altri ingredienti per l’eccellente
brodo di pesce.