CHEF PER UNA NOTTE – A GIPSY IN THE KITCHEN feauturing Alice Agnelli e Matilde Goggi

Serata straordinaria quella di sabato. Il menù vegetariano: gustoso, piacevolmente colorato, creativo e naturalmente buono. A comiciare dal tortino di ricotta di capra con composta di pomodori alla vaniglia (squisita) si capisce già come sarà la serata. La vellutata di lenticchie, aromatizzata al coriandolo, con nuna spolverata di scirza di limone e curry era un mix di sapori e di profumi deliziosi. Apprezzatissimi anche i dolci, soprattutto il fondant al cioccolato con panna e una sontuosa spruzzata di cacao amaro. Bravissime quindi Alice e Matilde che totalizzano un punteggio di 285 punti con una media del 9,5..

E ora il loro regalo per tutti voi: la ricetta della serata.

TORTINO DI RICOTTA DI CAPRA CON COMPOSTA DI POMODORI ALLA VANIGLIA ED INSALATINA AROMATICA.

Per 10 persone

Per il tortino
5 uova fresche
300 ml di latte
300 ml di panna
200 gr di ricotta di capra
Sale, Pepe, Parmigiano

Per la composta di pomodori
1 kg di pomodorini tipo perini
450 gr di zucchero semolato
2 baccelli di vaniglia.

Per l’insalatina aromatica
400 gr di misticanza orientale croccante
1 mazzetto di basilico fresco (con le foglie non troppo grandi)
1 mazzetto di cerfoglio

Incominciamo dalla composta.

Prendiamo i pomodori perini, lavati prima accuratamente e sbucciamoli.
Per sbucciarli: incidete a croce la pelle di ciascun pomodoro, tuffateli in un pentolino di acqua bollente e lasciateli li per 40 secondi. Toglieteli con cautela dall’acqua e pelateli, con un coltellino. Basterà tirare la pelle dove si è inciso il pomodoro. Tagliateli poi in quattro e privateli dei semi.
Mettete ora tutti i pomodori, così lavorati,in una casseruola, insieme allo zucchero.
Aprite con un coltello il baccello di vaniglia tagliandolo per il lungo. Con la lama raschiate l’interno e asportate tutti i semini. Mettete i semi di vaniglia insieme ai pomodori nella casseruola.
Ponete ora la casseruola sul fuoco medio e dimenticatevela per un po’, fino a quando non comincia a sobbollire. A quel punto abbassate ancora la fiamma e controllatele ogni tanto, girandola con un cucchiaio. Questo fino a quando la composta non sarà pronta.

Mentre la composta cuoce, invece, incominciamo ad occuparci della torta.

Prendete una ciotola capiente e versateci tutti gli ingredienti. Con una frusta amalgamate bene tutto, evitando grumi e aggiustate di sale e di pepe. Il composto dovrà risultare una crema abbastanza densa.
Preparate ora gli stampini monodose spennellandoli con il burro fuso ( anche sul bordo in alto dello stampino) e spolverandoli con la farina, in modo che il composto non si attacchi al fondo.
Versate la crema negli stampini fino a riempirli per ¾.
Ponete yutti i futuri tortini su una teglia, preriscaldate il forno a 160 gradi e infornate i tortini per circa 15/ minuti. Controllatene la cottura e sfornateli.

Per finire: l’insalatina aromatica.

Lavate ed asciugate delicatamente, foglia per foglia, l’insalatina, stando attenti a non intaccarne la superficie. Nel caso non vi sentiste pronti per una sfida così impegnativa, esistono in commercio delle pratiche confezioni di insalata già lavata e asciugata. Scegliete la migliore.
Mischiate delicatamente le foglie di misticanza con alcune foglie di basilico (le più piccole che trovatre), almeno 5/6 foglie per porzione, ad ulcunie di cerfoglio, salate e condite a piacere con olio e un aceto leggero (magari di mele).

Impiattate ora il tortino (che dovrà essere tiepido, non freddo) affiancandolo a una bella cucchiaiata di composta e guarnendo il tutto da un ciuffo abbondante di insalata aromatica.