VERGER E LA BETTOLA DI PIERO: LA BARBAJADA A MODO NOSTRO

LA BARBAJADA A MODO NOSTRO

La Barbajada è una tradizionale bevanda milanese, molto in voga fino agli anni 50, ma che si è andata via via dimenticando.
Il merito va tutto a Domenico Barbaja, fondatore del Caffè dei Virtuosi a fianco della Scala, che nella prima metà dell’800 mise a punto questa ricetta.
E’ una bevanda a prima vista semplice da realizzare, composta da latte, caffè e cioccolata, ma che richiede, come tutte le ricette semplici, una certa maestria nella sua preparazione.
Se la gusterete fredda d’estate scoprirete un vero nettare.

Questa la nostra versione

Panna fresca    25 ml più altrettanti da montare
Caffè appena macinato  4 cucchiaini
Zucchero semolato 1 cucchiaio e mezzo
Cacao Amaro   150 gr
Amaretti  4
Una casseruola adatta
Due recipienti in metallo o in vetro temperato
Una frusta per montare
Un piccolo Fuoco da cucina

Versate la panna in una casseruola e ponetela sul fuoco dolce fino a farla sobbollire.
Versatevi lo zucchero e mescolate fino a che si sarà dissolto completamente.
Versate ora i 4 cucchiaini di caffè e mescolate amorevolmente.
Coprite e lasciate in infusione per 10 minuti.
Utilizzando un canovaccio pulito, filtrate con estrema cura la panna per eliminare la polvere del caffè.
Versate ora lentamente, a filo,  la panna al caffè sopra al cacao amaro, che avrete precedentemente riposto in un capace recipiente e, nel frattempo, mescolare con attenzione evitando la formazione di grumi fino ad ottenere la crema dalla giusta consistenza.

Ponete un recipiente in freezer per alcuni minuti, estraetelo e versate la panna rimasta.
Impugnate con decisione la frusta e montate .

Versate la corretta quantità di crema nel recipiente che avrete attentamente selezionato, guarnite con la panna montata, sbriciolate grossolanamente un amaretto e un pizzico di polvere di caffè.

Servite ai vostri amici più cari.